09 gen 2009

prima o poi doveva succedere...

L'altro giorno,tornando dalla spesa, mi ritrovo sul portone due signore tipicamente maltesi che stavano citofonando a tutti bloccando il passaggio per entrare. Con l'educazione tipica che contraddisitingue i maltesi (non salutano nemmeno) mi chiedono a che interno abito. Gli rispondo che abito al numero 6,ma non sono maltese e non mi interessa niente. Facendo finta di non aver sentito la seconda parte della mia risposta mi mettono sotto il naso un disegno osceno con un cristo stampato. Sorrido beffarda e rispondo di no. Finalmente cedono il passo e mi fanno entrare nel portone. UNa delle due ci riprova con "è catechismo" tutta fiera,e io altrettanto fieramente rispondo che non mi interessa proprio.
naturalmente, con estrema gentilezza, lascio volentieri il portone aperto e le invito ad entrare, così da rompere il cazzo ai maltesi che abitano nel mio palazzo.

Nessun commento: