01 mar 2010

In altri tempi. In un'altra vita.
Non c'è possibilità di spezzare quest'alta muraglia.
Non c'è modo di percorrere questo cammino.
Sentirsi così,
senza una casa,
senza una parola,
senza la libertà di scegliere.

E' un mostro di rabbia quello
che mi mastica lo stomaco, affilando
i denti puntiti sulla mia carne incredula.

Nessun commento: